Rivista

Meta è la rivista internazionale in platinum open access e double-blind peer-review del network Humanities for Change, pubblicata a cadenza quadrimestrale.

Meta intende qualificarsi come un luogo privilegiato di discussione all’intersezione di idee, concetti e stimoli afferenti a vario titolo alle discipline umanistiche. Il filo rosso che unisce i vari contributi accolti risiede nell’approccio metadisciplinare al sapere umanistico, al quale la rivista deve il suo nome. In questo senso Meta desidera porre l’enfasi non tanto sul sapere umanistico in sé, quanto nelle sue interazioni con ambiti e realtà differenti, quali il contesto lavorativo (le humanities in azienda), il suo ruolo nella comprensione dei fenomeni in atto nella società contemporanea (public humanities), le innovazioni tecnologiche e il portato della rivoluzione digitale (digital humanities).
Platinum open access

Nessun costo diretto è richiesto ad autori e lettori

Peer reviewed

I contributi sono sottoposti a double-blind peer-review

Quadrimestrale

Tre fascicoli annuali pubblicati a gennaio, maggio e settembre

Permalink

DOI (Digital Object Identyfier) con Crossref

TEMI E OBIETTIVI
Meta è la rivista internazionale in platinum open access e double-blind peer-review del network Humanities for Change, pubblicata a cadenza quadrimestrale. In sintonia con lo spirito interdisciplinare e con l’approccio contaminatorio che caratterizzano le attività del network, essa intende ospitare contributi su alcuni dei suoi più rilevanti nuclei di interesse:

  • dalla riflessione sulle possibilità di interazione tra discipline umanistiche e contesto aziendale all’individuazione di nuovi ambiti professionali per i laureati in questo settore;
  • dall’elaborazione e progettazione di nuove metodologie didattiche per l’insegnamento del sapere umanistico nelle scuole e nelle università alle possibilità di riforma dei programmi educativi;
  • dall’esplorazione delle potenzialità offerte dall’ambiente digitale (digital humanities) alle nuove modalità di disseminazione dei risultati della ricerca al di fuori dell’ambito prettamente accademico (public humanities e terza missione).

In questo senso, Meta si propone di incentivare un dialogo tra studiosi e ricercatori al fine di stimolare una proficua discussione sul ruolo delle discipline umanistiche per la comprensione della società contemporanea, anche in relazione al loro futuro prossimo. L’obiettivo è quello di riflettere in chiave metadisciplinare sul sapere umanistico e illustrare nuovi scenari di impiego, sia in contesti professionali che nell’ambito della ricerca accademica.

CARATTERISTICHE
Comitato scientifico

L’Editorial Board di Meta ha un carattere fortemente internazionale, come del pari il team di revisori. Per questo desidera accogliere al suo interno studiosi, ricercatori e autori da tutti i continenti. Meta è aperta anche a esperti esterni qualificati, attivi in contesti professionali o collegati a vario titolo all’ambiente accademico.

Piattaforma OJS

Meta è ospitata sulla piattaforma open source Open Journal Systems (OJS) di Public Knowledge Project (PKP), leader mondiale nell’ambito dell’editoria accademica open access. Autori e revisori gestiranno il flusso di lavoro direttamente nella loro area riservata, dove potranno collegare il proprio account al profilo ORCID.

Metadati DOI

Tutti gli articoli pubblicati saranno dotati di DOI (Digital Object Identifier), che consentono l’identificazione duratura e univoca di un’oggetto digitale mediante l’associazione di alcuni metadati che possono essere aggiornati dinamicamente. L’agenzia di registrazione prescelta è l’americana Crossref.

Codice ISSN

Dopo la pubblicazione del primo numero, Humanities for Change intende richiedere alla Biblioteca Centrale (Bice) del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) il rilascio di un codice ISSN (International Standard Serial Number) univoco con cui identificare tutti i numeri della rivista.

Indicizzazione

Dopo la pubblicazione del primo numero, sarà inviata la richiesta di indicizzazione al DOAJ (Directory of Open Access Journals).

INVIO DI PROPOSTE

La scadenza per la consegna dei contributi relativi al primo numero di Meta è il 1° novembre 2020.

I saggi, della lunghezza indicativa di 5.000-10.000 parole (incluse note e bibliografia), possono essere redatti in lingua inglese o italiana e devono essere corredati di un abstract di 100-200 parole in lingua inglese e di almeno cinque parole chiave, anch’esse in inglese (indipendentemente dalla lingua del contributo). Il file, in formato editabile (.doc/.docx/.odt/.txt) deve essere caricato direttamente sul sito web della rivista, dopo aver effettuato il login o completato le procedure per la creazione di un nuovo account.

Per le recensioni si applicano le medesime indicazioni di cui sopra, ma in questo caso la lunghezza indicativa è di 1.000-4.000 parole (incluse note ed eventuale bibliografia).

Si invitano gli autori a conformare i propri contributi allo stile bibliografico Chicago prima dell’invio per il referaggio. Humanities for Change utilizza Zotero come bibliographic management. Per la redazione della bibliografia si consiglia di ricorrere – ove possibile – alla libreria di Humanities for Change ospitata su tale piattaforma. Si noti che gli autori devono provvedere in autonomia ad assicurarsi le eventuali autorizzazioni di copyright (inclusi i costi di riproduzione) di immagini e/o altri media inseriti nei loro scritti.

Per ulteriori informazioni e domande si prega di contattare l’Editorial Board a meta@humanitiesforchange.org.

Editorial Board (in corso di aggiornamento)

Digital and Public Humanities

  • Stefano Adamo (University of Banja Luka) | ORCID 0000-0003-2082-1378
  • Liron Efrat (University of Toronto)
  • Lina Martínez Hernández (Haverford College)
  • Francesca Masiero (University College London) | ORCID
  • Giulia Pellizzato (Harvard University) | ORCID 0000-0002-0228-1075
  • Marco Sartor (University of Parma) | ORCID 0000-0002-1176-2735
  • Gaia Tomazzoli (University of Pisa) | ORCID 0000-0002-0200-9872

Didactics innovations

(Currently being updated)

Humanities and professional fields

(Currently being updated)

Compila il form per entrare nell’Editorial Board o manifestare la disponibilità come reviewer

Invia ora il tuo contributo per il primo numero della rivista (scadenza: 1° novembre 2020)